Don Remigio Musaragno

Monsignor Remigio Musaragno  nato il 28 ottobre 1926 a Trebaseleghe. Si è spento il 20 giugno a Roma a 82 anni.

Di origini venete, ma biellese d’adozione e nel dopoguerra si trasferì con la sua famiglia a Mongrando. 

Compì i suoi studi sacerdotali a Treviso ed in quella città fu consacrato sacerdote il 21 gennaio del 1951.

Nel 1957 mentre lavora presso la Propaganda Fide, ha cominciato la sua attività in favore degli studenti stranieri in Italia attraverso l’Ufficio centrale studenti esteri in Italia (UCSEI).

Negli anni ’60 la sua attività si allarga a diverse città universitarie, Roma, Milano, Bologna, Firenze, Perugia e Napoli.

Nel 1970, a Roma, ha fondato il Centro Culturale Internazionale Giovanni XXIII,  una casa di accoglienza per universitari di una cinquantina di nazioni diverse. 

"Non ritengo tuttavia la mia vita meritevole di nulla, purché conduca a termine la mia corsa e il servizio che mi fu afffidato dal Signore Gesù, di rendre testimonianza al messaggio della grazia di Dio". (Paolo, At 20, 24).

Brano della Scrittura scelto da don Remigio Musaragno per il cinquantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale, 1951-2001

Mons. Musaragno, con profondo senso missionario ha dedicato la sua vita per la formazione morale, spirituale e culturale di migliaia di giovani universitari provenienti dall’Africa, America-Latina, Europa dell’Est ed Asia per guidarli al conseguimento di una laurea e prepararli al ritorno nei loro paesi d’origine per costituire un ceto professionale e dirigenziale a vantaggio delle rispettive popolazioni. Tremila e più copie di tesi di laurea conseguite dagli studenti esteri nelle varie università italiane ed ecclesiastiche si trovano custodite negli uffici dello stesso Centro.